x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

La prova del Lagoon 630 MY e il racconto della sua prima traversata

17 aprile 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/15
    Un catamarano con capacità “oceaniche”. È l’ammiraglia della gamma a motore e il primo modello che ha attraversato senza problemi l’Atlantico dalle Canarie alle Antille. Ecco il racconto

    La prova del lagoon 630 my e il racconto della sua prima traversata

    Grandi spazi e pochi gradini. Il Lagoon 630 MY sembra contraddire uno dei pochi vizi dei multiscafi da crociera: cabine accessibili soltanto al costo di salire e scendere diversi gradini, con gli ambienti posizionati a livelli differenti.

    Ovviamente, anche su questo catamarano a motore le cabine sono localizzate a una quota inferiore rispetto al salone, ma le discese nella zona notte sono confortevoli e non offrono impressioni negative. Ne guadagna la vivibilità e questo Lagoon, largo ben 10 metri, si dimostra molto fruibile.

     

    I dati
    Lunghezza f.t.   m 19,50
    Lunghezza scafo. m 19,05
    Larghezza m 10
    Pescaggio m 1,20
    Dislocamento t 35/41
    Serbatoio acqua lt 960
    Serbatoio carburante lt 3.000
    Motori std/opt  2 x 260/300 cv
    Omolog. CE cat B/14 - C /16 - D/40
    Progetto VPLP e Nauta Design
    www.cata-lagoon.com
    www.lagoon-motoryachts.com

     

    La grande traversata
    Dalla Francia alle Antille: il primo Lagoon 630 MY si mette in gioco lungo la rotta atlantica. Ecco il racconto di una lunga crociera di successo.

    Da Canet-en-Roussillon, nel sud della Francia, fino alle Antille, nel Mar dei Caraibi per una tournée mondiale senza precedenti. Una scelta strategica fatta dal cantiere per dimostrare le capacità  transoceaniche del Lagoon 630 MY. 
    La distanza totale tra Canet-en-Roussillon e Miami è di crica 5.000 miglia, con 2.700 miglia di traversata non-stop dall’arcipeplago delle Canarie all’isola di Saint Martin. Prima di partire, a Canet-en-Roussillon presso il cantiere BMS, la barca è stata tirata in secco, carenata e ispezionata in tutte le sue parti, i sistemi di bordo revisionati così come i motori da parte dei tecnici di Volvo Penta. 
     
    LEGGI TUTTA LA PROVA E TUTTO IL RACCONTO NEL NUMERO DI DICEMBRE15/GENNAIO16 DI VELA E MOTORE.
    Per richiedere gli arretrati 0238085241

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta