Sacs S780, il test

15 August 2011
Sacs S780, il test
Battello elegante per navigazioni con la famiglia. dotazione di serie completa. In package con uno o due Evinrude e-tec, fino a un massimo di 300 cv…

Sacs s780, il test

Il Sacs S780 è uno dei modelli di punta della gamma Sport Class, commercializzata da Brp in package con i fuoribordo Evinrude. Sullo specchio di poppa possono essere installati motori singoli E-Tec da 250 o 300 cv, oppure coppie da 115, 130 o 150 cv.

A differenza di alcuni concorrenti, che a parità di lunghezza si sono sforzati di ricavare minicabine, Sacs ha privilegiato un layout che massimizza lo spazio destinato al relax, limitando le dimensioni della consolle e senza creare elaborate dinette.

Con questa filosofia è stato possibile ricavare due ampi prendisole, uno fisso a prua, e un secondo a poppa ribaltando in avanti lo schienale del divano. D’altronde l’S780 è un battello nato per raggiungere velocemente la caletta dove passare la giornata e poter rientrare in porto senza preoccuparsi troppo del bollettino meteo.

Gradevoli le finiture in teak che fanno parte delle dotazioni di serie insieme al verricello elettrico e all’impianto doccia, mentre la lista degli optional si limita ai teli copriscafo e copriconsolle, al tendalino e al roll-bar. Bene anche la consolle di guida su cui sono montati un robusto corrimano di acciaio inox e un parabrezza che ripara gli strumenti elettronici.

 

Tutta la prova nel numero di aprile 2011.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta