Volvo, arriva il common rail

Volvo, arriva il common rail

Il grande impegno per la stagione 2004 di Volvo Penta è raccontato dai tre nuovi motori common rail, D3, D4, D6 con potenze da 110 a 310 cavalli con controllo elettronico e un motore per imbarcazioni dislocanti, il D2-75, propulsore a basso regime come vuole la nouvelle vague del motorismo ausiliario. In altre parole gli armatori di barche a vela e pilotine sono stufi di sentire motori che girano come frullatori. A questi motori si aggiunge un piede poppiero t...

Naviop: gestione elettronica

Naviop: gestione elettronica

Si chiama Naviop una giovane società destinata a cambiare le sorti dell’ impianto elettrico. Nata qualche anno fa con sede all’isola d’Elba dove sono stati condotti i primi esperimenti adesso è a Vecchiazzano di Forlì assieme alla nota Cortesi & Casadei. Cosa fa Naviop? Attraverso uno schermo touch screen (o più schermi) dalla plancia si possono controllare praticamente tutte le funzioni, dall’accensione delle singole lampadine, alla temperatura dell’ aria condizionata...

Piccoli incubi di bordo, i wc marini

Piccoli incubi di bordo, i wc marini

E’ vero, è sgradevole mettere le mani sul wc quando questo si è bloccato per l’ ennesima volta nel corso della nostra vacanza. E’ anche vero, però, che questo impianto è spesso lasciato a se stesso all’insegna della costante tendenza a rimandare lo spinoso problema. Un utilizzo poco corretto finisce per logorare le guarnizioni della pompa, dalla quale dipendono, oltre che l’emissione di odori sgradevoli, anche il buon funzionamento e la sicurezza dell’imbarcazione....

Piccoli incubi di bordo, i wc marini

Piccoli incubi di bordo, i wc marini

E’ vero, è sgradevole mettere le mani sul wc quando questo si è bloccato per l’ ennesima volta nel corso della nostra vacanza. E’ anche vero, però, che questo impianto è spesso lasciato a se stesso all’insegna della costante tendenza a rimandare lo spinoso problema. Un utilizzo poco corretto finisce per logorare le guarnizioni della pompa, dalla quale dipendono, oltre che l’emissione di odori sgradevoli, anche il buon funzionamento e la sicurezza dell’imbarcazione....

Quasi collisioni

Quasi collisioni

La sequenza di avvicinamento notturno a un peschereccio A cura di Nino Capece, tratto da Vela e Motore di Agosto 2003 Nino Capece lavora da decenni a bordo dei “mostri” del mare da cui, talvolta, dobbiamo guardarci: petroliere e grandi unità da carico. Gli abbiamo chiesto delle sue esperienze con i mancati abbordi in mare, eventi visti in modo diverso dal diportista e da chi è al comando della nave, che come vedremo, ha molte meno possibilità di manovra d...

Alternatori: l'altro motore

Alternatori: l'altro motore

Se l’alternatore, per un motivo qualsiasi, smette di funzionare, s’incorre in spiacevoli situazioni come il non riuscire ad avviare il motore o il non poter usare il VHF o le luci di via in una navigazione notturna. Anche se sarebbe buona norma imbarcare un alternatore di rispetto per ovviare a questi inconvenienti, ben poche sono le imbarcazioni che lo fanno, anche se impegnate in navigazioni di lungo raggio. Diversi sono i segnali di un guasto all’alternatore o m...

GPS: rotte tascabili

GPS: rotte tascabili

Il Gps è diventato uno strumento talmente diffuso tra i diportisti da essere oggi considerato praticamente indispensabile per effettuare navigazioni sicure. In pochissimi anni ha guidato il massiccio ingresso dell’elettronica a bordo, fungendo spesso da apripista e convincendo anche gli utilizzatori più scettici. Le ragioni di questo successo commerciale sono molteplici, ma possiamo sommariamente, e secondo il nostro parere, ridurle alle seguenti: Funziona - la tec...

I nuovi Evinrude

I nuovi Evinrude

Ricordate? All’inizio, nel 1997, fu il “mitico” Ficht, poi arrivarono il Ram (2000) e il DI (2003). Ora è il momento dell’E - TEC, ennesima novità in casa Evinrude, altra rivoluzione nel campo dell’iniezione diretta, tecnologia per ora da applicare ai modelli di media potenza (mentre per i grandi V6 rimane il DI). Solo sei anni, ma molto è cambiato rispetto all’idea iniziale, al nascere della “terza via”, quella che non era né il 2 tempi tradizionale (con i carburator...

Cambiare il Teak

Cambiare il Teak

Come sostituire una coperta vecchia di venti anni su una barca di 16 metri. Le fasi della lavorazione, i costi e i trucchi per risolvere da soli i problemi più comuni Per anni una coperta in teak dona a tutta l’imbarcazione più pregio, la arricchisce, la rende “più barca”. Poi, piogge, smog, usura e maltrattamenti involontari cominceranno ad intaccarne la naturale ed eccezionale resistenza e bellezza. Dopo un decennio di onorato servizio, bisognerà avere più riguar...

La cura delle scotte

La cura delle scotte

Sempre in coperta, le scotte subiscono pesantemente gli attacchi degli agenti meteorologici. Esistono alcuni espedienti che ne evitano l’invecchiamento precoce. Prima di tutto le scotte non vanno lasciate armate quando la barca resta ferma per lungo tempo, i loro peggiori nemici sono la luce e l’umido, a questi si aggiungono le polveri sottili (più sabbia e salso) presenti nell’aria di mare. E’, per esempio, micidiale lasciarle legate al genoa per tutto il periodo inv...

Boetta luminosa, la manutenzione

Boetta luminosa, la manutenzione

Sono una dotazione di sicurezza obbligatoria, averle a bordo è imposto dalla legge. Purtroppo però vengono spesso dimenticate, appese al pulpito di poppa. Sono le boette galleggianti autoattivanti (si accendono per ribaltamento) per l’ individuazione notturna dell’uomo a mare. Per quanto siano oggetti molto semplici e generalmente costruiti in maniera solida, richiedono una loro manutenzione. Punto debole è la guarnizione in gomma (foto a lato), questa, quando la b...

Sostituire il Log da un vecchio modello analogico a uno nuovo di tipo digitale

Sostituire il Log da un vecchio modello analogico a uno nuovo di tipo digitale

Sostituire il Log da un vecchio modello analogico a uno nuovo di tipo digitale. Le regole per effettuare un’installazione corretta sullo scafo e in plancia. Come si effettua la sostituzione di uno strumento importante come l’indicatore di velocità (log). L’oggetto in questione è un vecchio Vdo analogico che viene sostituito con un Raymarine digitale. Partendo dall’alimentazione del vecchio strumento, una volta verificato con un tester che i 12 o 24 volt arrivin...

Perdere la barca

Perdere la barca

A cura di Luca Sordelli e Antonio Vettese, tratto da Vela e Motore di Maggio 2003 In mare la prima cosa di cui bisogna avere paura è la terra”, così recita un antico proverbio di pescatori. E’ l’incubo di tutti quelli che navigano. Perdere la barca. Ognuno dà forma alla sua angoscia in vari modi, immaginandosi avarie e sciagure di tutti i tipi: perdere il timone, una presa a mare che si rompe, uno scoglio non segnalato. Ovviamente il tutto con la costa sottovento, ...

Lubrificarzione e durata alle trasmissioni in linea d'asse

Lubrificarzione e durata alle trasmissioni in linea d'asse

Di Marco Biaggini Tratto da Vela e Motore, maggio 2003 L’astuccio, o passascafo, è un elemento semi fisso che consente di far passare l’asse dell’elica attraverso lo scafo senza far entrare l’acqua di mare. In pratica è una tenuta. La caratteristica che distingue un astuccio moderno da un vecchio tipo è la bassa abrasività sull’asse, significa che non deve consumare eccessivamente l’albero dell’elica mentre questo gira, e dev’essere duraturo con poca manutenzion...

Gps: le novità

Gps: le novità

Sono ormai disponibili sul mercato una serie di apparecchiature Gps, portatili e non che si dichiarano in grado di aumentare fino alla strabiliante precisione di tre metri le performance dei comuni ricevitori satellitari. Il tutto grazie a un segnale di correzione che, al contrario di quello dei Gps differenziali (DGPS) che proviene da stazioni di terra, proviene da satelliti geostazionari. Questo servizio, del tutto gratuito che viene trasmesso sulla stessa frequenza...

Comunicare a bordo

Comunicare a bordo

Comunicare da una barca è sempre più facile ed economico. I sistemi per parlare o per ricevere dati sono davvero tanti e, in questa giungla di possibilità, è molto facile perdere la testa ed innamorarsi di un apparato che non risponde alle nostre reali esigenze. Volendo fare una panoramica dei diversi sistemi esistenti ci siamo voluti porre una domanda dalla quale non bisogna prescindere per capire quale apparato è più o meno adatto a noi. “A cosa mi serve?” è la d...

Luci di emergenza

Luci di emergenza

A cura di Luca Sordell Tratto da Vela e Motore di Aprile 2003 Ma se cado in acqua, di notte, dopo quanto tempo divento “invisibile”? Quando scompaio alla vista di chi è ancora a bordo della mia barca? Servono le boette, quelle obbligatorie, da tenere sul pulpito di poppa insieme a cima galleggiante e salvagente? Esistono altri strumenti più utili, più intelligenti, da utilizzare anche se non imposti dalla legge? Siamo andati a scoprirlo, nelle acque davanti a Mar...

Scegliere le batterie

Scegliere le batterie

Le batterie rappresentano il cuore del sistema elettrico, ci permettono di avviare il motore e di far funzionare tutte le altre apparecchiature elettriche della nostra imbarcazione. Questi due campi di impiego differiscono notevolmente tra loro: l’avviamento motore richiede fortissime correnti (fino a 400 Ampere) per pochi secondi, mentre le altre applicazioni richiedono correnti di qualche Ampere, ma per diverse ore. Di conseguenza le batterie per avviamento devono e...

Fuoribordo a gas

Fuoribordo a gas

Risparmiare il 50% sul costo del carburante farebbe piacere a tutti. Per riuscirci basterebbe convertire il fuoribordo all’alimentazione a gas. Tutto così semplice? Purtroppo no, i punti di rifornimento sono pochi e la trasformazione conviene solo se si fa un uso intenso della barca. Eppure, se qualcuno decidesse di affrontare in modo globale il problema della distribuzione, il Gpl potrebbe assumere un ruolo importante, soprattutto in campo nautico. L’idea di a...

Energie alternative, sole o vento?

Energie alternative, sole o vento?

Il consumo di elettricità è un chiodo fisso per molti diportisti che spesso vedono segnate le loro vacanze dalla mancanza di ampère, magari proprio sul più bello delle ferie. Negli ultimi anni, le barche hanno avuto un notevole incremento dei consumi di bordo, è aumentato il numero degli strumenti elettronici così come quello degli accessori vissuti come necessari (aria condizionata, verricelli elettrici, ecc.), ma non è cresciuto il numero delle batterie, cuore dell’...

Con i piedi a terra

Con i piedi a terra

Tutto è pronto per la crociera, il mare è calmo ed il sole splendente invoglia già a sdraiarsi sereni e spensierati. Gli amici vi aiutano a mollare gli ormeggi e … “libero di prua”! Buone vacanze! Passano poche miglia e un motore rallenta, osservate gli sguardi sbigottiti dei vostri compagni, vi fermate per controllare l’olio e l’acqua, tutto a posto! Provate a ripartire ma niente, il motore non vuole andare, sembra che qualcosa lo freni . La crociera è saltata, co...

In coppia o ...single?

In coppia o ...single?

L'eterno dilemma tra uno e due motori merita un esame approfondito che consenta di sviscerare pregi e difetti di ciascuna scelta. Tuttavia sarebbe un grave errore limitare l’analisi solo ai propulsori, senza considerare le caratteristiche dell’imbarcazione. Il primo parametro da valutare è la dimensione della sala macchine (nel caso di entrobordo) o dello specchio di poppa (nel caso di fuoribordo). Tra i natanti, sono pochi i modelli che permettono l’installazione di...

La barca intelligente

La barca intelligente

Gli impianti, i sistemi e gli accessori giusti da installare a bordo per navigare in autonomia. Con un occhio alla qualità, al rendimento e al rispetto dell'ambiente Com’è fatta una barca intelligente? quali impianti o sistemi supplementari la possono rendere tale? a quali regole bisogna attenersi per non cadere nella trappola delle novità? La tendenza del mercato nautico è quella di spingere i futuri armatori ad acquistare barche “formato” famigli...

Reti Elettroniche

Reti Elettroniche

Di Stefano Piccolo Da Vela e Motore, novembre 2002 Definire quelle che in gergo vengono chiamate le “centraline” non è semplicissimo. Si tratta di sistemi in grado di acquisire, elaborare e quindi visualizzare i dati provenienti da diversi sensori integrandoli tra loro per costruire un vero e proprio sistema di navigazione integrata, che facilita le decisioni e aumenta la sicurezza a bordo. Anni fa erano apparecchi destinati quasi esclusivamente ai regatanti o a...

Una stazione meteo con un ssb e un pc

Una stazione meteo con un ssb e un pc

Se è vero che grazie all’utilizzo di Internet e dei telefonini si può avere accesso a carte del tempo e previsioni molto complete e dettagliate anche in barca, è anche vero che se si esce dalla copertura telefonica dei cellulari e si deve ricorrere ai satellitari tipo Inmarsat o Globalstar, la faccenda si fa complessa. Non solo per una questione di costi che sono molto più alti, ma anche e soprattutto per la lentezza nel caricamento dei dati. Si può ricorrere allo...

Energia infinita

Energia infinita

Premere un interruttore per accendere la luce è un gesto tanto scontato nelle nostre abitudini che nessuno di noi, pur compiendolo decine di volte al giorno, se ne rende conto. A casa, in ufficio e anche a bordo. Ma cosa succederebbe se un giorno al fatidico “click” non seguisse l’illuminazione della stanza? A casa o in ufficio telefoneremmo subito a un elettricista o all’ENEL, ma in barca? I generatori di corrente, o più correttamente gruppi elettrogeni marini, svolgo...

Carte Digitali: il bivio

Carte Digitali: il bivio

C-Map e Navionics: due sistemi cartografici leader del mercato. Le funzioni più utili nell’uso pratico e per la consultazione dei dati. Leader indiscusse nei sistemi di cartografia elettronica, le due aziende toscane Navionics e C-Map offrono oggi prodotti sempre più precisi e funzionali. Sul dettaglio delle carte nautiche non è propriamente produttivo fare un confronto, visto che entrambe derivano dalla cartografia ufficiale dei vari Istituti Idrografi...

10 eliche per la vela

10 eliche per la vela

In acqua 10 eliche per barche a vela. Una guida alla scelta tra le tante offerte del mercato, dalla tradizionale due pale fisse fino ai recenti modelli dal passo autoregolante. Quali garantiscono migliori velocità e quali offrono meno resistenza? Una prova mai fatta prima. Un’equazione difficile da far quadrare. Avere più spinta, più velocità, quando si naviga a motore, e garantirsi meno resistenza, meno “freno”, quando si viaggia a vela. Una richiesta non da poco, ...

Ridurre tela

Ridurre tela

Ridurre vela in crociera. Come trovare l’assetto giusto. Le manovre e i trucchi per navigare in sicurezza. Quando arriva il momento di ridurre tela? Come si prende questa decisione, quali sono gli indicatori che, in maniera inequivocabile, ci dicono che è il momento di farlo? Quali sono le manovre corrette, più sicure, da fare? Prima la randa o il genoa? In che andatura bisogna mettersi? Partiamo con i segnali di allarme. Ci si può fidare degli s...

Motori, le trasmissioni

Motori, le trasmissioni

Al momento di scegliere un’imbarcazione oltre a considerare la potenza del motore, quanti fanno davvero mente locale all’importanza del tipo di trasmissione adottato? Non solo per quanto riguarda il livello di performance dell’imbarcazione, ma per l’influenza che questi organi meccanici hanno sul comportamento generale dello scafo. Il primo consiglio è quello, apparentemente lapalissiano ma in realtà tutt’ altro che scontato, di considerare con attenzione quanto consigl...

Regolare l'albero

Regolare l'albero

L’albero di una barca da crociera è un oggetto piuttosto semplice, sia nella sua struttura sia per quanto riguarda installazione e regolazione. Per quanto semplice, il suo corretto utilizzo in navigazione è però fondamentale per garantire prestazioni e sicurezza. Vediamo di carpirne i segreti, cominciando da alcune informazioni base per poi passare ad alcune “trucchi” pratici. Partiamo dalla distinzione tra armo in testa e frazionato. Nel primo caso sia lo strallo...

Antivegetative: prove sul campo

Antivegetative: prove sul campo

Volevamo fare una prova equa e imparziale, abbiamo, così, “fatto a strisce” l’ Altair, il 15 metri di Vela e Motore. 26 vernici antivegetative di 14 marchi a confronto, fianco a fianco e l’una contro l’altra. Una prova sul campo, iniziata a marzo. Abbiamo voluto comprare noi direttamente nei negozi, così come avrebbe fatto un normale diportista (molto più semplice sarebbe stato farsele mandare in redazione dalle case produttrici, ma questo implicava la possibilità ...

Personal computer a bordo

Personal computer a bordo

Abbiamo testato per voi i principali programmi di navigazione. Software che si stanno guadagnando una diffusione sempre maggiore. Sfruttando la velocità di processore, la potenza di calcolo, la versatilità di un normale pc si possono ottenere risultati impensati. L’unico difetto ancora presente, che limita l’utilizzo massiccio del pc a bordo è costituito dalla sua scarsa resistenza agli shock (meccanici o termici) e agli agenti atmosferici. Inoltre, a meno di non ...

La spinta giusta

La spinta giusta

Guida pratica alla scelta e all’uso delle eliche per le barche a motore. La tecnica, le curiosità e come verificare se la nostra imbarcazione monta il modello giusto Imparare l’ABC della guida a motore è davvero molto semplice. Trascurando ogni aspetto legato alla navigazione e alla meteorologia, l’uso dell’imbarcazione a motore si rivela solitamente facile per tutti: è sufficiente innestare la marcia avanti e accelerare, non esistono, infatti, né il ca...

Zattere: cambia la legge

Zattere: cambia la legge

Cambia la legge per questa dotazione obbligatoria oltre le 12 miglia. Revisioni biennali e possibilità di acquistare prodotti esteri sono le novità La burocrazia, quella che si occupa, talvolta, anche del nostro andar per mare e della nostra sicurezza, si è risvegliata dal suo ultimo sonnellino, quello iniziato dopo l’ultimo tentativo di emanare il Decreto sulle zattere, tentativo abortito tempo fa. L’ultimo tassello del Regolamento di sicurezza, quello forse p...

Impianti anti-incendio

Impianti anti-incendio

Le regole da seguire per evitare gli incendi in barca, a partire da una buona ventilazione e da un facile accesso ad ogni locale. Cosa dicono la legge e il buon senso. Il pericolo d’incendio a bordo è sempre presente, sia per la qualità dei materiali di costruzione delle barche molti dei quali sono infiammabili, sia per la presenza degli apparati motore che hanno temperature d’esercizio molto elevate e possono dar luogo a formazioni di gas esplosivi. I tessuti usa...

I salpa àncore

I salpa àncore

Elettrici e idraulici, come funzionano e come installarli. I trucchi per risolvere i problemi più comuni e per avere un impianto ben dimensionato. Ogni barca ne ha bisogno, perché ce lo dice la legge ma anche, e soprattutto, per la sua sicurezza e quella del suo equipaggio. Un sistema d’ormeggio (o linea d’ancora) è costituito da una catena (o catena più cima) collegata ad una estremità alla struttura di prua della barca e, dall’ altra, all’ancora ad...

Ormeggi in porto e in rada

Ormeggi in porto e in rada

Manuale semiserio per l’estate. Tutti i trucchi per dormire sonni tranquilli alla fonda, per non trasformare in incubo le soste negli affollati porti d’ agosto. Le barche sono fatte per gustarsi il mare, le rade, le spiagge. In porto meno ci si va meglio è, giusto il tempo dei rifornimenti, le cambuse, i cambi d’ equipaggio. Semmai come punto di partenza per noleggiare auto e motorini e fare un giro nell’entroterra. Allora meglio conoscere tutti i trucch...

Scegliere il fuoribordo

Scegliere il fuoribordo

Guida pratica all’acquisto del fuoribordo. Come scegliere la potenza, la cilindrata, l’architettura e l’elica ideali per il proprio modo di andare in barca. Un piccolo manuale, per abbinare il motore ideale alla propria barca o al proprio gommone. Nelle pagine successive vi diamo una serie di consigli molto pratici partendo dal grande dilemma tra 2 o 4 tempi arrivando fino ad un esame, ragionato, dei prezzi del mercato. Parleremo anche di rapporto peso/pot...

Gommoni: materiali&tecniche

Gommoni: materiali&tecniche

Il gommone è un mezzo semplice. Sapere come è fatto è importante per usarlo al meglio per navigare e fare piccole riparazioni. Un tempo il laboratorio dove si costruivano i gommoni somigliava alla bottega dell’alchimista, dominavano i rotoli di materiale gommoso, le forbici da sarto e il forte odore delle colle. Oggi è il computer a decidere il taglio del tessuto che ottimizza le pezze, e la produzione segue sempre più i criteri delle serie industriali...

La randa full batten

La randa full batten

Issare e ammainare la randa diventa quindi un’operazione facile e veloce e che non richiede alcuno sforzo supplementare. La vela sale e scende senza intoppi. Anche le rande full batten quindi, come i sistemi per i fiocchi autoviranti, fanno parte di quell’evoluzione tecnica dell’attrezzatura di coperta che punta a una semplificazione delle manovre in navigazione. Un sistema comodo anche se non necessario, in grado di fare la differenza in caso di navigazioni in solita...

Naufraghi per scelta

Naufraghi per scelta

Sette persone 48 ore a bordo di un autogonfiabile al largo delle coste liguri per raccogliere esperienze e dati, per collaudare le attrezzature di sicurezza, per misurare valori medici ma anche tecnici sulla permanenza di un gruppo di persone in un ambiente molto ristretto e in condizione di stress. L’esperimento consisteva nel naufragare “per finta” in un punto segreto posto all’interno del tratto di mare (concordato con la Guardia Costiera) tra ...

Fishfinder

Fishfinder

Abbiamo organizzato un supertest con otto modelli delle marche più diffuse e li abbiamo provati in mare in condizioni reali di utilizzo. Abbiamo montato gli otto trasduttori (i modelli standard per lo specchio di poppa) su una scatola di legno che è stata poi fissata e immersa a poppa della barca. Per evitare interferenze elettroniche tra gli strumenti e avere una buona resa per ognuno di essi, la prova si è svolta provando, e quindi collegando alla tensione e al ...

Fiamme a bordo

Fiamme a bordo

Le regole da seguire per evitare gli incendi in barca, a partire da una buona ventilazione e da un facile accesso ad ogni locale. Cosa dicono la legge e il buon senso. Il problema del fuoco a bordo è complesso e non è limitato alla presenza di un’ efficiente impianto antincendio per tamponare le emergenze, ma riguarda anche i comportamenti e le procedure da seguire in fase preventiva, per evitare l’ insorgere di focolai. Le prime considerazioni rigua...

Riflettori radar

Riflettori radar

I riflettori radar sono uno di quegli oggetti misteriosi che si imbarcano nella speranza che servano. Abbiamo fatto una prova pratica e poco numerica, calati nei panni di un navigante e non di un tecnico di laboratorio e.. Sono divenuti obbligatori e ne esistono di omologati. Ma a cosa servono i riflettori radar? La lettura delle poche riviste (straniere) che si sono occupate di questo e l’esperienza in acqua ci ha sempre indotto una certa sfiducia in questo strume...

La sentina: l'antro oscuro della barca

La sentina: l'antro oscuro della barca

La sentina è la parte più bassa della barca, è un compartimento delimitato da paratie stagne trasversali in cui tendono a raccogliersi l'acqua e tutti gli altri liquidi (olio, gasolio, benzina ecc.) che possono entrare nella barca o disperdersi nel suo interno. Tutti i liquidi tendono a colare verso il fondo e a raccogliersi in anfratti strutturali spesso inaccessibili dove diventano maleodoranti sviluppando odori insopportabili: questo è da evitarsi facilitando il p...

Addio coscienza sporca

Addio coscienza sporca

Attualmente la normativa CE per gli impianti di scarico dei bagni di bordo, ne vieta l’uso nei porti e consiglia di limitarne l’uso fino a 25 mn dalla costa: questa normativa non ancora applicata in Italia, è già però in vigore in molte parti del mondo dove viene fatta rispettare con severità. Sono nate così apposite casse di raccolta liquami che rappresentano un costo ed un ingombro extra. In pratica, questo tipo di impianto consiste nel posizionare su...

Galileo, l’altro Gps pronto nel 2008

E’ già partito il nuovo sistema di navigazione e posizionamento satellitare tutto europeo. Si chiama Galileo e sarà operativo tra 6 anni. Farà concorrenza al Gps statunitense. Il 26 marzo il Consiglio dei Ministri dei Trasporti dell’Unione Europea ha sbloccato i 450 milioni di euro necessari allo sviluppo di Galileo, il sistema europeo di posizionamento e di navigazione via satellite che sarà attivo nel 2008. Ha inoltre adottato il regolamento che istituisce l’impresa ...

Il motore: scegliere la potenza

Il motore: scegliere la potenza

Sono molti i fattori che concorrono alla scelta e alla definizione della potenza del motore. Dopo aver individuato la velocità di crociera ideale si passa ad analizzare altri elementi: la lunghezza dello scafo, il dislocamento, la profondità della carena e, soprattutto sugli scafi più piccoli, il peso del motore. All’aumentare di ciascuna di queste grandezze corrisponderà una maggiore richiesta di potenza. Sulle imbarcazioni plananti la velocità massima è uno dei fatt...

Il motore: scegliere la potenza

Il motore: scegliere la potenza

Entrofuoribordo vs fuoribordo Entrofuoribordo Fuoribordo SI Imbarcazione più stabile Consumi ridotti con motori diesel Piattaforma di poppa sgombra Leggero, scattante, facile da sostituire scelta vastissima, manutenzione ridotta NO Molto pesante, soprattutto il diesel Manutenzione più complessa Piede soggetto ad incrostazioni Sottrae spazio interno Scelta limitata alle marche proposte dal costruttore Ingombra la poppa Rumoroso Men...

Le ultime prove