Si alza il velo sul RaceBird, lo scafo della E1 Series

Sarà la barca sulla quale i piloti correranno nel primo campionato al mondo di motoscafi elettrici.

1/2

Il RaceBird è stato svelato nel corso di una cerimonia allo Yacht Club di Monaco, dove i fondatori della E1 Series, Alejandro Agag e Rodi Basso, sono stati raggiunti dalla designer Sophi Horne (fondatrice di SeaBird Technologies), da Brunello Acampora (fondatore e CEO di Victory Marine) e infine da Raffaele Chiulli, Presidente UIM, per presentare ufficialmente il nuovo, rivoluzionario modello.

A solo un anno di distanza dal lancio della Serie, la presentazione ufficiale del modello in scala reale è una tappa fondamentale nel percorso della E1 Series, mentre il team si prepara al momento, ormai sempre più vicino, in cui RaceBird verrà messa in acqua per i primi test sul prototipo, in programma per l’inizio del nuovo anno.

All’inizio del 2021 è stato annunciato che il Public Investment Fund (PIF) sarebbe stato uno dei finanziatori ufficiali della E1 Series. La partnership rappresenta un significativo passo avanti nello sviluppo del campionato ed è senza dubbio una solida base di partenza per accelerare lo sviluppo tecnologico di RaceBird.

A Monaco, insieme alla presentazione ufficiale della RaceBird, la E1 Series ha annunciato nuovi accordi con Mercury Racing come partner ufficiale per la motorizzazione, Simrad in qualità di partner ufficiale per l’elettronica di bordo e infine C-MAP come partner ufficiale per quanto riguarda l’aspetto della cartografia.

Mercury Racing lavorerà in stretta collaborazione con SeaBird Technologies e Victory Marine per supportarli nello sviluppo dei motori fuoribordo delle RaceBird. Navico sarà invece il partner ufficiale per i sistemi di navigazione e per l’elettronica a bordo, oltre a supportare le barche durante le gare, integrando la più recente elettronica di Simrad al servizio del pilota e fornendo la cartografia digitale e la tecnologia di mappatura di C-MAP sia ai team che agli organizzatori.

Nei prossimi mesi gli ingegneri di RaceBird si concentreranno sull’integrazione tra batteria e sistemi di controllo, mettendo a punto anche la loro integrazione con il sistema di propulsione che verrà poi installato a bordo della piattaforma pronta per essere messa in acqua.

In aggiunta a questo aggiornamento sulla tabella di marcia per lo sviluppo di RaceBird, durante l’evento è stato anche confermato che Monaco sarà una delle tappe ufficiali della stagione inaugurale della E1 Series, che prenderà il via nei primi mesi del 2023.

Gli organizzatori della E1 Series stanno definendo con le autorità competenti il percorso definitivo della tappa di Monaco, dove è previsto che i piloti gareggino in un circuito che si snoderà tra il Porto Ercole e le acque antistanti, lungo la costa del Mediterraneo.

La E1 Series sta inoltre portando avanti le trattative con diverse città nel mondo che si sono a loro volta candidate, mentre studi di fattibilità verranno presto avviati nelle principali città europee, inclusa Rotterdam, e diverse location in Ungheria.

In collaborazione con il Porto di Rotterdam, gli organizzatori del campionato stanno cercando di inserire la competizione all’interno del festival World Port Days, mentre in Ungheria la E1 Series sta valutando potenziali circuiti di gara, incluso un tragitto sul fiume Danubio, difronte al Parlamento ungherese.

A conclusione della serata, la Federazione Internazionale della Motonautica ha annunciato che il Principe Alberto II di Monaco diventerà Presidente Onorario UIM.

www.e1series.com

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove