di Alberto Mariotti - 23 August 2018

Evodock la cima che rivoluziona l’ormeggio dei superyacht

Gottifredi Maffioli presenta Evodock, la cima d’ormeggio dedicata ai superyacht con diametro variabile e fibre di Dynema che la rendono più leggera e allo stesso tempo resistente agli sforzi e all’usura in banchina

Leggerezza, sicurezza ed estetica sono i punti di forza di Evodock, la cima di ormeggio dedicata ai superyacht sviluppata da Gottifredi Maffioli.

«Lavoriamo a questo progetto da circa un anno – ci racconta Luigi Maffioli, uno dei titolari dell’azienda –, e l’idea è arrivata subito dopo aver acquisito una nuova macchina per realizzare cime rastremate. Diminuire il diametro alle estremità consente di risparmiare peso. Come tutte le cime di ormeggio, anche la nostra utilizza il nylon per l’anima della parte con il diametro maggiore, quella che serve ad assorbire gli shock. Man mano che il diametro diminuisce, la percentuale di Dynema nell’anima aumenta garantendo maggior robustezza e leggerezza alla cima».

Anche la calza esterna di Evodock contiene fibre di Dynema, in questo modo la cima è molto resistente anche all’abrasione sulla banchina.

http://www.gottifredimaffioli.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove