Nasce l’Associazione Circoli Nautici della Campania

Una proposta di legge regionale è stata presentata nei saloni del RYCC Savoia a Napoli.

1/3

“I circoli nautici sono una realtà consolidata in Campania, metterli insieme era un’impresa ardua ma siamo riusciti nel nostro intento, dando vita a un’associazione unica in Italia. Abbiamo riunito 14 sodalizi della nostra regione: si parte da Sapri per arrivare a Monte di Procida, e speriamo presto di poter allargare la squadra con i circoli della costa ma anche quelli dell’entroterra, sui fiumi e sui laghi. Significherebbe abbracciare qualsiasi tipo di disciplina acquatica. Andiamo avanti seguendo il nostro motto: l’unione fa la forza. E già pensiamo a un grande evento da organizzare il prossimo anno”. Lo ha detto Gianluigi Ascione, presidente dell’Associazione Circoli Nautici della Campania e del Circolo Nautico Torre del Greco, intervenendo alla presentazione dell’associazione, nei saloni del Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli. I quattordici soci fondatori che ne fanno parte sono Circolo Savoia, Club Nautico della Vela, Circolo Nautico Posillipo, Cn Torre del Greco, Circolo Canottieri Irno, Lega Navale di Napoli, Cn Sapri, Cn Marina di Alimuri, Cn Arcobaleno, Yacht Club Capri, Cn Monte di Procida, Cn Marina della Lobra, Cn Lazzarulo e Ass. Medico Sportiva di Napoli.

Fabrizio Cattaneo della Volta, presidente del RYCC Savoia, ha affermato: “In un periodo in cui si parla così tanto di Europa, serve una visione d’insieme. Dobbiamo ragionare in grande e la Campania, con i suoi porti, le attrezzature, la sua storia più che centenaria di campioni, deve essere capofila di questa grande iniziativa”.

L’iniziativa è supportata da una proposta di legge del Consiglio regionale che mira ad istituire l’Albo regionale dei circoli nautici e la consulta permanente per i problemi della nautica in Campania, fornendo un nuovo status ai sodalizi. Saranno inoltre messi a disposizione fondi per promuovere manifestazioni sportive. “L’obiettivo della legge – evidenzia l’onorevole Francesco Picarone, presidente della commissione Bilancio della Regione Campania – è il riconoscimento dei circoli nautici attraverso l’iscrizione ad un Albo regionale. Vogliamo mettere in evidenza le peculiarità di questo mondo: l’attività associativa, il rapporto con il mare e l’ambiente, l’impegno negli sport dilettantistici. I circoli nautici d’altronde appartengono al terzo settore, che in Italia si è rivelato fondamentale per arrivare dove non arriva lo Stato”.

L’onorevole Giuseppe Sommese della I Commissione permanente della Regione Campania ha sottolineato come “la volontà sia quella di creare una cultura del mare legata agli eventi e al sociale. Nei prossimi giorni avvieremo le audizioni per raccogliere i contributi e spero che le proposte dei circoli siano numerosissime. Quindi mi impegnerò affinché la legge sia portata in Aula entro luglio per essere approvata”.

Per Antonietta De Falco, consigliere nazionale della Federazione Italiana Vela: “Fare squadra è fondamentale in questa fase storica, mettendosi insieme i circoli possono permettere alla Campania di diventare una regione di riferimento per gli sport acquatici e della vela in particolare”. Per il comitato V Zona Fiv, presente Enrico Milano.

Alla conferenza stampa è intervenuto anche Vincenzo Russo, presidente dell’Associazione Medici Sportivi: “Essere tra i soci fondatori dell’associazione ci è sembrato quasi naturale, siamo sempre pronti ad affiancare le iniziative che puntano a far crescere la Campania in ambito sportivo”.

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove