28 December 2020

Pirelli 35 fa il suo debutto in acqua

TecnoRib ha annunciato il varo tecnico della prima unità di Pirelli 35, il walkaround disegnato dallo studio svedese Mannerfelt Design Team.

Lo studio svedese Mannerfelt Design Team, specializzato in scafi da competizione, ha collaborato con TecnoRib, licenziatario del marchio Pirelli per gommoni, per creare il Pirelli 35. Nato dal successo del Pirelli 42, il nuovo modello si presenta con dimensioni più contenute ma con le medesime caratteristiche di walkaround sportivo dalle linee grintose e aerodinamiche e lo stesso look.

Dopo una prima presentazione del modellino in scala durante l’ultimo Salone di Genova (ottobre 2020), Pirelli 35 ha toccato l’acqua per la prima volta alla fine di novembre.

“Con il suo profilo moderno e slanciato, è stato pensato per una clientela alla ricerca del connubio tra design e velocità. Pirelli 35 si rivolge a un mercato sempre più ampio di armatori che in un RIB di queste dimensioni cercano sicurezza e adrenalina, garantite dalla carena con doppio step, ma anche attenzione per gli accessori di bordo, evoluzione stilistica e stile moderno”, ha spiegato Gianni De Bonis, Managing Director di TecnoRib.

L’ampio spazio in tutto il camminamento perimetrale crea la conformazione walkaround molto comoda su un esemplare di questa taglia mentre il layout permette un’estrema godibilità degli ambienti esterni, grazie ad ampi spazi prendisole sia a prua che a poppa, dove un comodo tavolino garantisce anche la possibilità di pranzare all’aperto.

Questo modello, punto di partenza di un nuovo percorso che raccoglie e valorizza il DNA del marchio, conferma la volontà di innalzare il livello di eleganza di questa fascia di prodotto.

La motorizzazione può essere scelta dall’amatore a seconda delle sue esigenze (la potenza prevista va da un minimo di 600 a un massimo di 700 cavalli nella versione a benzina, e da un minimo di 600 a un massimo di 640 nella versione disel). Il modello varato a fine mese era in versione EFB 2x300hp, a benzina.

www.tecnorib.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove