26 maggio 2019

Schenker, il re dei dissalatori

Schenker, l’azienda di Napoli specializzata nella produzione di dissalatori si avvia a tagliare il traguardo dei venti anni festeggiando con un incremento delle vendite, l’ampliamento della rete di distribuzione e l’inaugurazione di un nuovo stabilimento
L’innovazione e il risparmio energetico sono da sempre alla base dei dissalatori Schenker. Le macchine utilizzano, infatti, il dispositivo “Energy Recovery System” che consente una riduzione dei consumi elettrici fino all’80 per cento. E anche grazie a queste qualità gli Schenker sono stati scelti dal velista Giovanni Soldini, che ne ha voluto l’installazione a bordo del trimarano Maserati perché progettati per funzionare in condizioni estreme.


Il dissalatore Zen

Da pochi mesi l’azienda ha lanciato sul mercato il dissalatore ZEN, un modello rivoluzionario che consente di soddisfare tutte le esigenze a partire dalle barche più piccole fino ai superyacht. In pochi mesi sono stati venduti più di 200 ZEN in tutto il mondo e per fronteggiare tale incremento le attività produttive verranno trasferite in un nuovo stabilimento a Napoli.

ZEN è una novità anche per il look gradevole, se si pensa a una macchina nascosta in locali tecnici o in sala macchine. Le dimensioni, molto contenute ed extra sottili (profondità di soli 10 cm circa), la leggerezza e la silenziosità li rendono adatti quindi a essere installati a bordo delle imbarcazioni più piccole.

La forma ribassata agevola il montaggio con pochi vincoli di posizionamento, ad esempio orizzontalmente sul fondo di un gavone o in verticale su una parete del locale tecnico. Grazie a un sistema di recupero di energia di nuova generazione sono semplici ed efficienti. Il modello base, che produce 30 litri/ora di acqua dolce, richiede solo 110 Watt di consumo. La versione da 50 litri/ora copre le esigenze di imbarcazioni con dimensione intorno ai 45-50 piedi con equipaggi formati da 5-6 componenti.

Ogni macchina è inoltre dotata della funzione “economy”, che consente di dimezzare i consumi limitando la produzione di acqua dolce a favore di un impatto “minimalista” sull’energia di bordo: è in grado di produrre 50 litri di acqua dolce con un consumo di soli soli 240 Watt. Il costo, incluso il controllo a distanza e gli accessori, è di 4.985,00 euro (Iva esclusa).

www.schenker.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove