di Alberto Mariotti - 08 ottobre 2018

Lagoon 46, piano velico più efficiente e coperta all’insegna dell’easy sailing

Il Lagoon 46 è il nuovo modello del cantiere francese per il 2019 e sostituirà il glorioso 450, venduto in oltre 740 unità. Il team progettuale è invariato: lo studio VPLP per l’architettura navale e Nauta Design per gli interni

Il Lagoon 46 è il nuovo modello del cantiere francese per il 2019 e sostituirà il glorioso 450, venduto in oltre 740 unità. Il team progettuale è invariato: lo studio VPLP per l’architettura navale e Nauta Design per gli interni. Rispetto al precedente ha un piano velico con un migliore rapporto superficie/dislocamento, l’albero in posizione più arretrata (come tutti i nuovi modelli), un boma più corto, fiocco autovirante e il FlatWinder di Harken per il trasto di randa, un sistema che ne semplifica la gestione.

Tra gli altri vantaggi dello spostamento dell’albero verso poppa c’è anche la possibilità di murare vele di prua (Code 0 e Gennaker) più ampie e potenti. Il Lagoon 46 ha un fly con postazione di guida centrale, zona prendisole e accesso da entrambi i passavanti. Altro spazio relax si trova a prua, dove alla rete tra i due scafi si aggiunge una zona con cuscini e poggiatesta.

Il cat è lungo 13,99 metri, largo 7,96 e ha un dislocamento 16,6 tonnellate, mentre la superficie velica di bolina raggiunge i 140,1 mq con opzione per una randa square top che aggiunge un paio di metri quadrati di vela. I motori sono due 45 cv con possibilità di salire fino a 57 cv. Sottocoperta ci sono versioni a tre e quattro cabine: la prima con lo scafo di dritta dedicato all’armatore, la seconda con quattro bagni separati tutti dotati di box doccia.

http://www.cata-lagoon.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove