di Alberto Mariotti - 20 January 2018

European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

Amel 50, Jeanneau Sun Odyssey 440, SwanClub 50, Neel 51 e Bénéteau Figaro 3 sono i vincitori dell'European Yacht of the Year 2018. Un bel mix tra barche per la crociera pura, veloce, velocissima e le regate. Come spesso accade dominio francese con ben quattro premi. Unica eccezione lo SwanClub 50. Di seguito tutti i commenti della giuria
  • Salva
  • Condividi
  • 1/36 Luxury Cruiser – Amel 50
    European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

    Family Cruiser – Jeanneau Sun Odyssey 440

    European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

    Axel Nissen-Lie, SEILmagasinet, Norvegia
    Ecco la barca a cui tutti i designer vogliono pensare „perché non mi è venuta in mente questa idea!“. L'idea di cui sto parlando è il pozzetto che rende la famiglia più sicura in mare. Non ultimo con bambini e cani che vogliono correre un po 'sul ponte. La barca ha anche una forma dello scafo che stabilirà un nuovo standard. Più volume nella parte anteriore dà più spazio e volume. Il Sun Odyssey 440, che è lungo solo 42 piedi, ha una cabina armatoriale tipica di un 50 piedi. Se c'è qualcosa di negativo, allora è il salone che potrebbe essere più grande. Il pavimento del bagno non è separato dal resto ed è scomodo quando si rovesciano liquidi a barca sbandata.

    Roland Duller, YachtRevue, Austria
    Il Sun Odyssey 440 è di gran lunga la barca più innovativa in questa categoria. Il concetto di walkaround funziona davvero bene e non sarei sorpreso se altri cantieri seguissero questa idea.

    Pasi Nuutinen, Vene, Finlandia
    Tre fattori stanno portanto il Sun Odyssey al primo posto nell'innovazione del design: in primo luogo il ponte laterale inclinato. Fornisce in un modo mai visto prima una via semplice verso prua per l'equipaggio. È fatto in modo così intelligente da chiedersi quando verrà implementato su ogni yacht.
    Il cockpit è il cuore dello yacht non solo quando si naviga ma anche quando ci si rilassa. Il Sun Odyssey 440 crea un nuovo spazio con l'apertura degli schienali che diventano lettini. All'interno, l'ampia prua è stata utilizzata in modo efficiente. La cabina armatoriale di prua sembra una camera d'albergo di classe con un letto di lusso e non solo la solita disposizione.

    Joakim Hermansson, Båtnytt, Svezia
    Essere in grado di piegare le panche del cockpit e trasformarle in un paio di lettini ampi e spaziosi, è una caratteristica che difficilmente abbiamo visto prima. I camminamenti ribassati, che consentono di procedere da prua a poppa sulla stessa superficie e senza gradini, è un altro segno della capacità del cantiere francese di sviluppare le proprie barche in una direzione nuova e innovativa. Insieme al comfort interno e alle grandi capacità veliche, la rende vincente.

    German de Soler, Nautica y Yates, Spagna
    Il Sun Odyssey 440 inaugura la nuova generazione di barche da crociera per la famiglia diJeanneau, offrendo un nuovo modo di muoversi sul ponte, più comodo e più sicuro poiché è possibile percorrere l'intero perimetro dell'imbarcazione senza neanche un gradino. L'obiettivo è stato offrire maggiore comfort ed ergonomia ai velisti medi che navigano con gli amici, famiglia o con un equipaggio ridotto, offrendo ergonomia, facilità di movimento, sicurezza sul ponte, manovre centralizzate e a portata e volume interno. Tutto ciò rende il Sun Odyssey 440 una scelta eccellente per chiunque sia alla ricerca di una barca da crociera entro i 13 metri.

    Toby Hodges, Yachting World, Gran Bretagna
    Ringraziamo i cantieri di produzione su larga scala di Francia e Germania per l'innovazione dei loro ultimi modelli. Nonostante la competizione, la nuova gamma Jeanneau SO si distingue chiaramente per il suo pensiero fuori dal comune, in particolare in termini di forma dello scafo e design del cockpit. I passavanti laterali inclinati che formano un pozzetto walkaround è uno di quelle idée tipo "perché non ci ho pensato prima" che puoi aspettarti di vedere poi imitate da altri.

    Troels Lykke, BadNyt, Danimarca
    Jeanneau è sempre stato bravo nelle barche da crociera e il nuovo Sun Odyssey 440 è ancora meglio. Il 14 metri ha un enorme pozzetto e grandi panche con schienali reclinabili su optional. Ma la cosa migliore è l'accesso walk-around ai ponti laterali. Non è necessario scavalcare la struttura per entrare e uscire dal pozzetto.

    Bert Bosman, Waterkampioen, Olanda
    Lo Jeanneau Sun Odyssey 440 è francese quanto basta: innovativo, bello e ben educato. Una piccola rivoluzione sta avvenendo in pozzetto, attorno al quale si può camminare senza ostacoli. Le panche sono profonde e hanno alti schienali e, se ciò non bastasse, le panche si trasformano in lettini da sole. Le sezioni di prua più ampie creano una spaziosa cabina di prua e tutti gli interni sono luminosi, grazie all'utilizzo di colori chiari e grandi finestre a scafo.

    Jochen Rieker, YACHT, Germania
    Tutti e tre i nominati nella categoria Family Cruiser erano contendenti molto forti, ognuno con i propri punti di forza. Il Sun Odyssey 440 è stato un po 'più convincente grazie alle sue grandi capacità a 360 ° e al suo innovativo layout del cockpit. E non è solo il walk-around-concept di per sé che guadagna lodi; offre un'ottima visibilità in avanti per il timoniere se timona in posizione laterale e consente una facile navigazione in solitario grazie alla posizione dei winch e gestione della scotta ben progettate.

    Loïc Madeline, Voiles & Voiliers, Francia
    Le grandi prue stanno arrivando velocemente nel mercato delle barche da crociere di famiglia. Offrono maggiori potenza, stabilità e volume all'interno: il nuovo Sun Odyssey 440 sfrutta questo tipo di design. Inoltre, viene fornito con un nuovo layout di coperta molto innovativo nel settore della vela: si può camminare dal pozzetto al ponte anteriore senza alcun gradino da scalare. E il pozzetto può essere trasformato in una gigantesca area prendisole quando la barca è ormeggiata. Grandi idee

    Lori Schüpbach, Marina.ch, Svizzera
    Jeanneau dimostra che l'innovazione è ancora possibile. Con il nuovo Sun Odyssey 440 il cantiere francese offre alcuni dettagli nuovi e molto eccitanti. I camminamenti laterali walkaround sono unici nel mercato e la forma dello scafo offre grandi capacità veliche.

    Performance Cruiser – ClubSwan 50

    European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

    Axel Nissen-Lie, SEILmagasinet, Norvegia
    Questa è la barca più sexy che i soldi possono comprare. Nautor ha il potere di produrre una barca all'avanguardia senza infrangere la storia del cantiere. Durante la navigazione la barca produce il proprio vento. La barca è ben costruita, mantenendo la massima qualità in ogni dettaglio. Quando si studiano i dettagli, il prezzo non è dissuasivo. Sfortunatamente, i bravi marinai sono tenuti a sfruttare al massimo il potenziale. Senza colonnine e verricelli elettrici, la barca richiede anche molti muscoli.

    Roland Duller, YachtRevue, Austria
    Uno yacht fantastico in termini di pura vela: un vero performer molto adatto sia per regate one design che in stazza ORC.

    Pasi Nuutinen, Vene, Finlandia
    Per quanto esclusivo sia il Club Swan 50e uno yacht che circa l’equilibrio tra prestazioni e crociera di lusso. Per la messa a punto e la gestione delle vele, molto potenti e avanzate, e le manovre è necessario un velista più esperto di quello tipico da weekende. Tuttavia, avendo a bordo un equipaggio del genere è perfettamente possibile navigare con comfort e godersi i marina anche in un ambiente lussuoso. Il Club Swan 50 ha una classe creata per lei, e per una buona ragione: è davvero uno yacht unico.

    Joakim Hermansson, Båtnytt, Svezia
    Con le sue straordinarie prestazioni di navigazione e l'eccezionale feeling al timone, insieme all’attrezzatura di coperta assolutamente migliore, meglio posizionata e meglio funzionante, questa barca finlandese rende un vero piacere regatare con un equipaggio professionista. Ma i confortevoli interni di questo bello yacht permettono anche fine settimana di relax insieme ad esperti navigatori.

    German de Soler, Nautica y Yates, Spagna
    Attraente a prima vista quanto estremo, ClubSwan 50 sprona i limiti della vela e propone una barca che si concentra sul puro piacere della vela e che allo stesso tempo è sorprendente per le prestazioni. Non è solo destinata al selezionato gruppo di armatori di regate incondizionate, ma una vera barca a vela proprietaria con linee accattivanti che raccoglie la qualità dei materiali, l'attrezzatura e l'eleganza tipica di uno Swan. In breve, una vera palla di fuoco da corsa in grado di offrire al suo proprietario il piacere aggiunto della crociera e della competizione ai massimi livelli.

    Toby Hodges, Yachting World, Gran Bretagna
    Il design di Juan K, il più estremo per uno yacht di serie fino a oggi, ha un appeal versatile in quanto raggiunge l'equilibrio tra lo yacht performance cruiser e quello da regata in stile Grand Prix. È sia un gioco gloriosamente appariscente per brevi crociere o uno yacht da competizione alimentato con testosterone abbinato a un circuito internazionale di regate severamente one design. Qualunque sia la modalità scelta, è un modello all'altezza del nome Swan e, soprattutto, è ridicolamente fantastico.

    Troels Lykke, BadNyt, Danimarca
    L'accellerazione, la velocità e lo spazio nel cockpit: tutto fantastico. Il ClubSwan 50 mi ha tolto il respiro. Aumenta davvero la gioia di navigare, ma la barca richiede anche un equipaggio professionale, non è per principianti.

    Bert Bosman, Waterkampioen, Olanda
    Il ClubSwan 50 è una bella barca! Prua e cavallino inversi con bompresso fissa, timoni con la forma delle pinne delle megattere e carbonio dappertutto. Con poco più di 8 tonnellate di dislocamento e una superficie velica notevole, la velocità del vento non è un limite per questa barca da regata. E non dimentichiamo che è uno Swan: c'è teak sul ponte e nel pozzetto e, con la randa terzarolata, una coppia può navigare in tutta comodità. Una nuova classe da non sottovalutare.

    Jochen Rieker, YACHT, Germania
    Solo wow! Due parole bastano per descrivere il ClubSwan 50. Non importa in che misura esamini questo yach,t sorprende sempre piacevolmente: estetica impressionante, costruzione di alto livello e qualità costruttiva, interni sorprendentemente lussuosi e, soprattutto, sensazioni da brivido. Sì, può essere tosta da sfruttare al massimo delle sue potenzialità ma restituisce enormi guadagni per ogni sforzo che fai. Solo wow!

    Loïc Madeline, Voiles & Voiliers, Francia
    È una barca "Waoooh" da qualunque punto di vista. Ottima estetica, ottime prestazioni: uno yacht a bordo del quale non passerai inosservato. Il prezzo è alto ma non comprate solo uno yacht e un marchio: entrate in un circuito di regate owner driver. E potreste anche usare il ClubSwan 50 come una veloce barca da crociera.

    Lori Schüpbach, Marina.ch, Svizzera
    Il nuovo Club Swan 50 offre esattamente ciò per cui è stata progettata: grandi navigazioni, regate entusiasmanti, maneggevolezza. L'ingegnerizzazione è perfetta. Non guardate nemmeno i costi: oltre alla barca, avete bisogno di un equipaggio professionale e di un team a terra.

    Luxury Cruiser – Amel 50

    European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

    Axel Nissen-Lie, SEILmagasinet, Norvegia
    Quando la sicurezza è la priorità principale e il comfort e il lusso sono secondi, questo è il blue water ideale. Ho dato ad Amel il punteggio pieno sul design. Il cantiere è stato in grado di mantenere tutte le qualità ben note, ma ora in un pacchetto moderno e ragionevole. Amel 50 sarà un modello capace di raggiungere molti più acquirenti rispetto ai precedenti. Dal lato negativo: un po‘ di rumore e vibrazioni dal motore, ma dicono che è un problema risolto. Posso averlo con randa a stecche verticali, per favore?

    Roland Duller, YachtRevue, Austria
    L'Amel 50 offre un pacchetto completo: una buona qualità costruttiva, navigazione e vita di bordo buona e sicura, tutto funziona ed è ben pensato. Sottocoperta interni di grande qualità e di tendenza, oltre a linee esterne speciali.

    Pasi Nuutinen, Vene, Finlandia
    La sicurezza è il più grande lusso nei lunghi viaggi - ed è ciò che offre Amel 50. Dalla robusta costruzione ai dettagli pensati, come la possibilità di trasformare le cabine di poppa e di prua in compartimenti stagni, la sicurezza è la parola chiave dello yacht. Riguardo al lusso, la protezione del pozzetto è sorprendente, così come la sua facilità di ergonomia nel maneggiare le vele. All'interno la spaziosità degli interni che si propaga in tutte le direzioni conferisce uno spirito di vivere in una villa piuttosto che su una barca.

    Joakim Hermansson, Båtnytt, Svezia
    Quando il famoso cantiere francese ha lanciato il suo nuovo 50 piedi, era il primo sloop tra i ketch della gamma. Come sempre con un pozzetto molto sicuro e protetto, riparato dal tetto ben progettato sopra al posto di guida. Da qui sei in grado di controllare elettricamente la maggior parte delle attrezzature di navigazione, ma con sistemi di backup manuali. Lo scafo riprogettato e la linea di galleggiamento estesa si aggiungono all'esperienza di navigazione.

    Pancho Pi-Suñer Oses, Nautica y Yates, Spagna
    Con l’Amel 50, di 15,51 metri di lunghezza, armato a sloop, il cantiere di La Rochelle offre un nuovo concetto molto diverso da quello a cui eravamo abituati, apportando cambiamenti essenziali e nuove idee alla sua rinomata linea di blu water, tradizionalmente armati a ketch. Un vero blu water, sicuro, moderno, estremamente confortevole e in cui nessun lusso è risparmiato e allo stesso tempo l'Amel 50 apre la gamma di potenziali armatori consentendo molteplici programmi di navigazione, dalla crociera costiera alle lunghe traversate oceaniche in pieno confort.

    Toby Hodges, Yachting World, Gran Bretagna
    Che questo sia modello nuovo così popolare forse non sorprende. È sia uno yacht di dimensioni accessibili da gestire per una coppia, sia una barca estremamente confortevole e di qualità per il prezzo. Si tratta di un design dal look moderno che naviga sorprendentemente bene, ma vanta ampio spazio sul ponte, volume e luce naturale. È uno yacht per sognare di vivere a bordo capace di farti decidere più velocemente per un anno sabbatico o il ritiro dal lavoro.

    Troels Lykke, BadNyt, Danimarca
    Amel 50 ha un approccio unico a varie aree del design. Lo stile è molto diverso, ma anche pratico per una barca da crociera offshore. Puoi timonare la barca senza bagnarti, un grande vantaggio in alto mare. E ci sono molte altre dotazioni di sicurezza.

    Bert Bosman, Waterkampioen, Olanda
    Già da lontano, la superba costruzione e la qualità di finitura si irradiano dall'Amel 50. Nel pozzetto centrale l'equipaggio è ben protetto dal sole e dalle intemperie da una deckhouse con tetto allungato, un'area eccellente per (lungher) crociere. Il comportamento di navigazione di questo scafoda 20 tonnellate è sofisticato e prevedibile. Gli interni ben lavorati con colori naturali sono immersi nella luce del giorno che passa attraverso le finestre dello scafo. Classe mondiale per crociere mondiali.

    Jochen Rieker, YACHT, Germany
    Amel è stato nominato con tutti i modelli della loro più recente linea di luxury cruiser. E ogni volta il cantiere ha spinto il gioco ancora di più. Con il nuovo 50 - anche se non era un ketch-truccato come i suoi fratelli - Amel ha conservato il suo DNA di yacht per lunghe percorrenze facili e sicuri, ma ha aggiunto versatilità, prestazioni e stile. Che in effetti rendono una barca semplicemente senza eguali sul mercato.

    Loïc Madeline, Voiles & Voiliers, Francia
    Il vecchio cantiere di La Rochelle sta ancora andando per la sua strada ma con uno yacht da 50 piedi piuttosto innovativo. Se sei alla ricerca di un particolare blu water con il massimo del comfort e della protezione è la scelta giusta. Bimini rigido, poltrona girevole per il timoniere, assistenza elettrica: questa è una barca che si prenderà cura del suo equipaggio.

    Lori Schüpbach, Marina.ch, Switzerland
    Con il nuovo Amel 50 il cantiere francese porta per la prima volta da anni uno sloop. L'ingegneria è perfetta fino all'ultimo dettaglio e puoi quasi sentire la sicurezza a bordo. La forma dello scafo è aggiornata con un'ampia poppa e due timoni gemelli.

    Multiscafi – Neel 51

    European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

    Axel Nissen-Lie, SEILmagasinet, Norvegia
    Questa strana barca ha impressionato molto in navigazione. Ha bisogno di meno vento di un catamarano e offre una navigazione più sicura grazie a una migliore curva di stabilità. Il Neel 51 è stata la barca a vela più veloce in acqua al largo di La Rochelle durante il test. Il trimarano offre molto volume e tante buone soluzioni. Alcuni spigoli vivi e una finitura leggermente al di sotto del prezzo sono le mie note negative sul notebook.

    Roland Duller, YachtRevue, Austria
    Per me il miglior multiscafo sul mercato con spazio di vita perfetto e fantastiche capacità di navigazione.

    Pasi Nuutinen, Vene, Finlandia
    Per quanto riguarda i grandi multiscafi da crociera, i trimarani sono ampiamente superati dai catamarani. Il Neel 51 mostra che non deve essere così. Riguardo allo spazio vitale e al comfort riesce a eguagliare la concorrenza. Riguardo la navigazione, durante i giorni di test ha mostrato promesse ancora migliori circa prestazioni e maneggevolezza. Quando la qualità e i dettagli del prodotto finale sono anche di ottimo livello, è facile dare il benvenuto alla barca per accettare la sfida di un grande crociera con velisti vivono a bordo.

    Joakim Hermansson, Båtnytt, Svezia
    Il nuovo Neel è con i suoi 51 piedi ovviamente una barca piuttosto grande, ma una volta a bordo sembra ancora più grande. Il Neel 51 porta il concetto di trimarano ad un altro livello, utilizzando ed estendendo tutte le aree della barca in modo mai visto prima. L’armatoriale molto voluminosa, con vista panoramica dal letto matrimoniale, è solo un esempio tra i tanti. E si comporta sorprendentemente bene anche a vela.

    Pancho Pi-Suñer Oses, Nautica y Yates, Spagna
    Il Neel 51, di 15,60 metri di lunghezza e un incredibile larghezza di nove metri, è un lussuoso trimarano blu water ben manovrabile con equipaggio ridotto. È l'unico nel suo genere che offre la cabina armatore, di 10 mq, con letto matrimoniale a isola centrale, posizionato trasversalmente sul ponte principale. Abitabilità, originalità della distribuzione, attenzione agli aspetti tecnici – il vano motore è un must - e le prestazioni sono le chiavi del suo trionfo.

    Toby Hodges, Yachting World, Gran Bretagna
    Il Neel 51 ha il potenziale per scioccare veramente la maggior parte dei marinai. In primo luogo ti stupirai per le dimensioni in termini di altezza, larghezza e volume in particolare. Prendi il timone, tuttavia, e sarai ancora più sorpreso delle prestazioni e della sensazione di una barca così grande. Con questo modello Neel potrebbe convincere le masse che i trimarani non sono solo per i record di velocità, ma potrebbero essere anche un'alternativa praticabile per multiscafi da crociera.

    Troels Lykke, BadNyt, Danimarca
    Il Neel 51 rende più emozionante la crociera in multiscafo. La sua capacità di navigazione è ottima, anche in soli 6 nodi di vento. Ha 181 metri quadrati di superficie velica di bolina che è più grande di qualsiasi altro cat da crociera equivalente. Mi piace! La barca non è solo una casa estiva sull'acqua, più ampia anche di un Lagoon 52, ma anche molto divertente quando si naviga.

    Bert Bosman, Waterkampioen, Olanda
    Costruire un multiscafo di queste dimensioni e creare molto spazio interno ed esterno non è una scienza missilistica. Tuttavia, se si desidera che una barca di questo tipo mostri modi di navigazione piacevoli o addirittura eccellenti, è qui che sono necessarie la vera conoscenza e il pensiero intelligente. Neel 51 è la prova a vela di entrambi. Il trimarano naviga con leggerezza, come se l'enorme salone, l'ampia cucina, il carteggio, le tre cabine doppie (e alcune cabine singole) e la sala macchine non fossero affatto lì.

    Jochen Rieker, YACHT, Germania
    Ci vuole un po 'per adattarsi alle dimensioni e alle linee apparentemente massicce di questo innovativo trimarano. In effetti, il Neel 51 torreggia su quasi ogni altra barca in porto o in mare. Ma è sorprendentemente leggero, anche nella più delicata delle brezze. Mai una cosa così alta e larga è stata così gratificante da navigare. Il che potrebbe spiegare il successo che Neel sta avendo in un altro mercato dominato da catamarani.

    Loïc Madeline, Voiles & Voiliers, Francia
    Una barca può essere spaziosa come un catamarano e puntare in alto come un monoscafo? La risposta è sì, grazie al Neel 51 che dà al suo proprietario non solo la velocità che sta cercando, ma anche il piacere di timonare una barca sensibile che dà un sacco di feedback. Il layout è davvero sorprendente con tanto spazio per ogni cabina e tanto volume per le zone tecniche.

    Lori Schüpbach, Marina.ch, Svizzera
    Se ti trovi al timone del Neel 51 hai quasi la stessa sensazione di un monoscafo! Il trimarano offre eccezionali capacità di navigazione ed è molto più stabile di un catamarano. L'enorme scafo centrale consente un layout non convenzionale con 4 grandi cabine.

    Special Yacht – Beneteau Figaro 3

    European Yacht of the Year: vincitori e commenti della giuria

    Axel Nissen-Lie, SEILmagasinet, Norvegia
    Beneteau ha avuto un compito impegnativo di rinnovare il veloce e affermato Figaro 2, ma l'ha fatto. Mettendo su una chiglia più leggera e profonda e sostituendo la zavorra dell'acqua con i foil è riuscito a renderlo più veloce. Ho navigato a 9 nodi con 10 nodi di vento con il grande spinner. Nonostante la lama della deriva stretta è stato facile trovare la rotta di bolina. La barca è leggera ed equilibrata al timone e l'attrezzatura del ponte è dove dovrebbe essere. Ogni cosa gira senza intoppi, ma ottiene un sacco di spaghetti in pozzetto di guida.

    Roland Duller, YachtRevue, Austria
    Una vera barca innovativa per un piccolo gruppo di regatanti e una strategia di marketing del cantiere davvero ben implementata.

    Pasi Nuutinen, Vene, Finlandia
    Il fattore innovazione qui è ovviamente portare i foil su un monoscafo di serie. Diffcilmente ci potrebbe essere una barca più adatta del Figaro grazie alla sua lunga eredità e la grande flotta di velisti e fan orientati alle prestazioni.

    Joakim Hermansson, Båtnytt, Svezia
    Sulla scia dell'America's Cup tutto sembra avere foil al giorno d'oggi, ma per la nuova generazione del partecipante alla regatta solitaria Figaro non è solo un espediente. Gli arguti ingegneri di Beneteau hanno progettato una barca a chiglia con foil che non dovrebbe subito sollevarsi dall'acqua, puntando piuttosto a un peso inferiore e a un momento raddrizzante migliore, consentendo una maggiore velocità rispetto a una barca tradizionale paragonabile. Sembrano aver fatto bene i compiti.

    Pancho Pi-Suñer Oses, Nautica y Yates, Spagna
    Il sostituto del Figaro 2, il primo di monoscafo one design di serie con foil, è un concentrato di tecnologia e innovazione. Il design di VPLP è il risultato di un grande lavoro di squadra del Gruppo Bénéteau, della classe Figaro, OC Sports e del Gruppo Le Figaro. Costruito in sandwich e infusione, è dotato di uno scafo più efficace privo di ballast, una chiglia più fine e più profonda, un albero più avanzato e un piano velico più grande del suo predecessore. Leggermente più piccolo del Figaro 2 e 200 kg più leggero, le sue polari mostrano un potenziale del 15 percento in più di prestazioni. Non vi è dubbio che avrà un ruolo importante nel futuro delle regate, dal momento che il Figaro 3, nella categoria A, ha un sacco di terreno da percorrere nel settore in crescita delle regate d'altura in solitario e doppio.

    Toby Hodges, Yachting World, Gran Bretagna
    Ringraziamo Beneteau per non aver giocato troppo in sicurezza con questo. Hanno incoraggiato un design contemporaneo, con moderne forme di scafo, tecniche di costruzione e il layout pozzetto e, naturalmente, i foil accattivanti, che si traducono in una barca sportiva d’altura one design con appeal globale per tutte le età. Il tempo dirà se i foil sono più aggeggi che rivoluzioni In particolare, mi piace soprattutto il modo in cui la barca è predisposta per una regata divertente in solitaria e con equipaggio ridotto con le molteplici cime e scotte gestibili dal timone.

    Troels Lykke, BadNyt, Danimarca
    Il costruttore francese, Bénéteau, rende la navigazione più divertente con il nuovo Figaro 3. La barca ha navigato bene a La Rochelle ed è molto ben bilanciata. E fantastico che le persone normali possano permettersi una barca avanzata grazie alla produzione di serie. I foil non sono veri foil ma forniscono sia una maggiore stabilità sia un fenomeno di portanza, il che rende la barca molto equilibrata.

    Bert Bosman, Waterkampioen, Olanda
    Beneteau porta la terza generazione di Figaro un ulteriore passo avanti, essendo il primo costruttore di serie a commercializzare un monoscafo con foil. I foil non sono progettati per sollevare lo yacht, ma per ridurre lo scarroccio e migliorare il momento raddrizzante. In questo modo I ballast non sono più necessari. Lo scafo del Figaro 3 è più pieno, specialmente nella sezione di prua e il bordo libero è più basso. Il risultato è una macchina da corsa moderna dall'aspetto aggressivo.

    Jochen Rieker, YACHT, Germania
    Questo è ciò che accade quando due giganti nei loro rispettivi campi uniscono le forze: Beneteau, leader mondiale nelle barche di serie, e VPLP, lo standard d'oro nell'architettura navale di barche da regata di alto livello. Non a caso, il Figaro 3 con le sue ali rovesciate sembra piuttosto radicale, ma in realtà non lo è. È un racer one design supportato da foil e ottimizzato per la navigazione con equipaggio ridotto: una macchina molto efficiente e facilmente gestibile per semi-professionisti e amatori. Mentre ha potuto solo accennare al suo pieno potenziale con i venti leggeri delle nostre prove, indubbiamente spingerà l'uso dei foil su yacht offshore nel prossimo futuro. Grande sforzo, grande design!

    Loïc Madeline, Voiles & Voiliers, Francia
    C'è una sorta di logica nella scelta di usare i foil sul nuovo Figaro 3. Queste barche sono usate per le regate con equipaggio ridotto con cui devi allenarti prima di partecipare a un giro del mondo come il Vendee Globe. Quindi una nuova generazione di velisti si abituerà a queste strane ali. Ancora, la loro forma molto speciale dovrà dimostrare la sua efficienza sulle regate offshore. Ma sicuramente l'aspetto aggressivo della barca e il layout della coperta molto ben fatto sono i migliori della classe.

    Lori Schüpbach, Marina.ch, Svizzera
    Uno yacht di produzione seriale con foil - interessante! Il nuovo Bénéteau Figaro 3 è più di questo. Anche se I foil non sono progettati per far volare la barca ma per fornire sollevamento, il concetto è molto coerente. In quanto one design la velocità non è l'unica cosa che conta, ma ovviamente la velocità è divertente! Bénéteau è un partner forte per la classe Figaro.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA