05 febbraio 2019

Amasea, il cat oceanico

Tre ponti, tutto in alluminio, costruito in Turchia. È il nuovo multi di Amasea Yachts, lungo 25 metri (larghezza m 10,98) e progettato da Albert Nazarov per importanti navigazioni in piena autonomia

Il cantiere turco Amasea Yachts entra nel mercato dei multiscafi con un nuovo modello che stravolge l’approccio standard al catamarano abbandonando la classica vetroresina e i due deck, che da sempre caratterizzano questo genere di imbarcazioni.

Total custom

Progettato per lunghe traversate senza sosta per il rifornimento e in grado di navigare in autonomia per sei settimane, Amasea porta la firma dell’architetto navale Albert Nazarov, specialista di cat ad alta velocità.

Con una lunghezza di 25 metri e un’area dedicata solo all’equipaggio Amasea, totalmente customizzabile, sarà prodotto in un numero limitato di esemplari. La “tripla” suddivisione degli spazi aumenta la flessibilità in termini di layout interno, e offre la possibilità all’armatore di personalizzare la barca in base alle sue necessità. L’armatoriale, ad esempio, potrà essere collocata sia sul main o sul lower deck e sono previste due cucine: una per gli ospiti e una per l’equipaggio. A bordo trovano posto fino a 20 persone tra equipaggio ed ospiti.

Anche con motori ibridi

Lo yacht è in costruzione in Turchia e sarà pronto in meno di due anni per poi essere completato in Italia o in Olanda. Per il tipo di navigazioni che dovrà affrontare è costruito in alluminio con rinforzi sullo scafo.

Amasea è spinta da due motori MTU da 1.920 cavalli e sarà in grado di raggiungere una velocità massima di circa 18 nodi e una di crociera di 11. In fase di sviluppo uno studio per installare una motorizzazione ibrida.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove